Arrampicate sportive ed alpinistiche ad Arco nella Valle del Sarca
Vie nelle Dolomiti: Dolomiti di Brenta Pale di San Martino Moiazza Sella, Sassolungo Marmolada Vallaccia Pale di San Lucano Gruppo Fanes Catinaccio
Cima Tuena Castel Alto dei Massodi Croz dell'Altissimo
Via del Greggie che bela
 
[Via del Greggie che bela]

Via del Greggie che bela

Gruppo di Brenta - Cima Tuena, Parete Sten

Apritori:

Franco Sartori, settembre 2020

Difficoltà: V/ VI/VI+, VII/A0

Sviluppo: 220 m

Esposizione: sud sud-est


Materiale:

La Via è sufficientemente chiodata a protezioni miste le soste sono su 1 fix e 1 chiodo. N.D.A.+ una serie completa di friend fino al 3 BD. (NB alcuni chiodi sono di tipo a pressione diametro 10 mm - 7 cm di lunghezza).

Avvicinamento:

Dal paese di Tuenno in Val di Non, si percorre la strada verso il Lago di Tovel fino al Albergo Capriolo. Da li imboccare una strada forestale sulla destra seguirla fino al divieto. Percorrere il sentiero in direzione Malga Tuena. In seguito proseguire in direzione Val Gelada arrivati all’ imbocco della Val Pestacavre sulla destra la parete e visibile l’attacco vedi foto. (ore 1 circa)

Attacco:

Dal sentiero salire per un pendio con grossi sassi fino sotto ad un evidentissimo diedro visibili i chiodi evidenziati con un cordone.

Discesa:

In doppia lungo la via soste attrezzate.

NB Prima salita della parete sud sud-est di Cima Tuena per questo motivo lo voluta dedicare a Giuliano Stenghel chiamato Sten grande amico e forte alpinista caduto in arrampicata all’isola di Tavolara (Sardegna) il mese di Agosto 2020.