Arrampicate sportive ed alpinistiche ad Arco nella Valle del Sarca
Dos Casina Pezol e Ir Parete di Padaro Monte Colodri Rupe Secca Parete San Paolo Lastoni di Dro Coste Dell'Anglone Monte Brento Pian dela Paia Parete del Limarò Due Laghi
La Placconata Parete San Paolo Sud Parete San Paolo Centrale Parete San Paolo Nord
Via delle Cariti Via Crono Via Bon ton Via Penelope Via Persephone La fuga dall'Hades La fessura dell'Hades Via Pilastro Themis Via Pantarei Via Isis migliorata Via Porci con le ali Via Argo e nuova via Via Aganippe Via Demetra Via Dioniso Via Due piccoli pilastri Via degli ammoniti
 
[Via delle Cariti]

Via delle Cariti


Difficoltà: VI-, spesso V


La via è molto varia su placche, fessure e supera un bel pilastro con gocce. La roccia è ben pulita. Attenzione però, fuori della via la roccia è friabile! L’ultimo tiro è in comune con la via Aphrodite.
Le Cariti sono figlie del dio Zeus e della ninfa Eurinome e aiutano alla dea Aphrodite. Presso i greci erano dette Cariti, mentre diventano per i romani le Tre Grazie. Dee della gioia e del fascino, impersonano la bellezza e la grazia, infondendo la felicità nel cuore degli dei e degli uomini. Insieme alle Muse cantavano e ballavano sul monte Olimpo al suono della lira del dio Apollo. Le Grazie donavano anche la capacità di creare bellissime opere d’arte. Vengono rappresentate, nell’arte, con bei movimenti e in questa via, che non è tanto difficile, si trovano tanti passaggi ideali per movimenti estetici.

Accesso:

Dal parcheggio della chiusa prendere le tracce nel bosco verso gli attacchi vicini. Il nome della via è indicato alla base della parete.

Discesa:

Sul sentiero verso nord per arrivare al punto di partenza
[Topo Via delle Cariti]