Arrampicate sportive ed alpinistiche ad Arco nella Valle del Sarca
 
[Via Ciavazes Integrale]

Via Ciavazes Integrale


La via ha ricevuto il Premio Silla Ghedina per essere una delle 2 migliori nuove scalate alpinistiche del 2017.
Difficoltà: VI+, A1 (VII+)
Assicurazione: anelli trapanati sulle soste, chiodi normali e clessidre. Per integrare sono consigliabili stopper (piccoli), cams (fino al blu 3).
Dislivello: 600 m

La via è impegnativa e non da sottovalutare. Molto interessante con un'arrampicata bella si sviluppa la riga nera con 100 metri. Il Tetto-Rabanser è anche arrampicabile in libera. Solo all'inizio della via c'è un po di erba, ma la linea è sempre evidente.
La parte superiore è molto ariosa e scorre nel centro, su un pilastro giallo con tante liste per i piedi. Non si deve perdere questa parte superiore! Solo pochi passaggi sono un po discreti per la roccia con un po'd'argilla. L'uscita sulla "Piuma" corona la via. (vedi Imposante arrampicata sulla Piuma del Ciavazes).
Il libro di vetta si trova all’uscita.

Accesso:

Dal parcheggio sotto il Piz Ciavazes diritto in su verso "Micheluzzi" e a destra al attacco.

Discesa:

Si attraversa il detrito verso lo spigolo ovest (ometto). Con 3 discese a corda doppia di 50 m, poi scendere in arrampicata (II), si raggiunge la cengia dei camosci. Si scende per la via normale delle Torri di Sella fino alla fine della parete. Tramite un sentiero ritorno alla macchina.

Racconto di Heinz Grill sulla prima salita